Dott.ssa Francesca Spiga Biologa Nutrizionista
  • Alimentazione e Dieta

  • Alimentazione Corretta

  • Alimentazione nei Bambini

  • Alimentazione in Gravidanza

Esame delLa bioimpedenziometria

Valutazione della Massa Corporea

Akern BIA101

Sia quando si intraprende un percorso dietetico atto al dimagrimento, sia quando il nostro peso è giusto, abbiamo sempre la bilancia come unico parametro di riferimento; se aumenta il peso siamo sicuri di essere ingrassati nel senso letterale del termine, se il peso sulla bilancia scende siamo sicuri di essere dimagriti (ossia aver perso massa grassa).

Ma siamo sicuri che sia sempre così? In realtà dalla bilancia è impossibile sapere questo e molto spesso vengono seguite delle diete che in realtà ci portano solo alla perdita di massa magra (in termini di idratazione e/o massa muscolare).

La bioimpedenziometria (BIA) è una metodica non invasiva che permette di capire in maniera oggettiva come è costituito il nostro corpo in termini di composizione corporea e stato di idratazione, può valutare eventuali stati di disidratazione o di ritenzione idrica e lo stato nutrizionale di una persona in termini di massa magra, massa muscolare, massa grassa, acqua intracellulare ed extracellulare e può dare una stima del metabolismo basale.

Il test avviene tramite l'applicazione di 4 elettrodi (2 nella mano e 2 nel piede) sul soggetto steso sul lettino e necessita di pochissimi secondi di tempo, è un esame non invasivo che può essere effettuato su tutte le tipologie di soggetti come donne in gravidanza, anziani, bambini, etc...

Avere una reale stima della propria composizione corporea e dello stato d'idratazione è molto importante soprattutto quando si intraprende un protocollo nutrizionale, quando si inizia un'attività sportiva, quando si è in una fase delicata della propria vita, si può dire che diventi quasi di fondamentale importanza.

Analisi BIVA Bioimpedenziometria

Se si inizia una dieta ma a questa il corpo reagisce in termini di perdita di massa magra si può modificare il piano, si può seguire meglio la persona affetta da patologia e strutturare il miglior piano alimentare possibile sulla base delle misurazioni. Se siete degli sportivi e volete monitorare il vostro aumento di massa muscolare o lo stato di idratazione (che diventa fondamentale in caso di competizioni), oppure vi siete affidati ad un personal trainer per migliorare la vostra massa muscolare, fare la BIA potrebbe essere molto utile sia a voi che ai vostri preparatori atletici per aggiustare, nel caso sia necessario, il tiro. Troppo allenamento e poco nutrimento portano ad una perdita di massa muscolare o a stati più o meno gravi di disidratazione.

La BIA può risultare molto utile anche nel caso di persone anziane che spesso risultano denutriti o a rischio sarcopenia. Inoltre misura in maniera molto precisa la distribuzione dei liquidi corporei, questione fondamentale in caso di rischio ritenzione idrica, del quale la maggior parte delle donne pensano di soffrire ma spesso non è così.

Per questi motivi ho deciso di utilizzare la bioimpedenziometria e di farlo con un macchinario certificato, che basa il suo lavoro sui lavori scientifici, affidabile e da molti anni eccellenza nel settore ( Akern BIA 101). Presso gli studi dove esercito è possibile prenotare il solo esame impedenziometrico con rilascio, stampa e spiegazione dei risultati e/o monitorare una particolare fase della propria vita. Ogni visita nutrizionale presso il mio studio comprende l'analisi all'interno della visita, sia prima visita che controllo periodico.

Share by: